pubblicazioniarticolimemorandumbiografiahomepage
 
 

La dipartita improvvisa di un genitore ci rattrista sempre profondamente, soprattutto quando la sua vita si è svolta all'insegna della famiglia, del lavoro e dei nobili ideali con singolare dedizione e fervida spiritualità cristiana.
Spesso siamo soliti ricordare soltanto gli uomini illustri, i "viri" della storia, dimenticandoci che il suddetto appellativo può essere conseguito anche da persone comuni attraverso proprio le virtù e la rettitudine.
Ebbene Arnaldo Santoli n'è una indelebile testimonianza. Una vita vissuta appunto per la famiglia e per gli altri con amore e con sacrificio; una figura ammirevole e pregevole, che ha reso la sua esistenza terrena un'opera d'arte imperitura, riuscendo a compendiarvi mirabilmente alta cultura e profonda umanità, nobiltà d'animo e di azioni.
Così voglio ricordare mio padre e perpetuarne la memoria con affetto e animo grato per i suoi preziosi consigli e insegnamenti, che hanno notevolmente arricchito la mia formazione e sensibilità di uomo e di studioso.
Papà non ti dico addio ma soltanto un arrivederci per vivere un giorno nuovamente insieme. Ciao Magister.

Carlo Santoli